Simone Schettino

Simone Schettino Comico Cabarettista Fondamentalista Napoletano Contatti info...

 

Simone Schettino (Castellammare di Stabia, 21 maggio 1966) A grande richiesta sale di nuovo sul palco più caldo dell'estate gaetana, un grande comico italiano che quest’anno propone una rappresentazione teatrale dove, tra battute e sketch, si raccontano i fatti del quotidiano in chiave ironica, cercando però di lanciare un messaggio chiaro, quello di riscoprire il gusto del dialogo e del confronto, è un comico e cabarettista italiano che si autodefinisce ironicamente fondamentalista napoletano. Dopo gli studi superiori, frequenta il corso di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Napoli Federico II, senza conseguire la laurea. Farsi una propria idea su ciò che apprendiamo dai media , anche mettendo in dubbio quello che invece viene dato per certo, sicuramente rende l’argomento in sé più interessante e allora sì che vale la pena di affrontarlo, sia pure con la consapevolezza di poter sbagliare. L’importante è credere in quel che si dice, a differenza di chi invece dubita su ogni cosa solo per partito preso o, peggio ancora, di chi manifesta il suo disaccordo solo perchè spinto da esibizionismo.

Ha recitato in cabaret insieme a Biagio Izzo, su Telenapoli 34, dal 1998 al 2001 in una trasmissione chiamata Pirati Show. Schettino ha debuttato in teatro al Cilea di Napoli nel 2000. In seguito ha tenuto diversi spettacoli nei teatri e nelle piazze di tutta Italia, Promossa dall'Amministrazione Comunale in collaborazione con Radio Spazio Blu, Labeventi e TEAME 20, Arena Virgilio propone ancora una volta famosi nomi dello spettacolo, della comicità, del cabaret e della musica, riscuotendo un grande seguito, ed ha inoltre pubblicato numerosi CD e DVD contenenti le sue esibizioni. Debutta in teatro al Cilea di Napoli nel 2000. In seguito ha tenuto diversi spettacoli in teatri e piazze e ha inoltre pubblicato alcuni CD e DVD con le proprie esibizioni.

In televisione partecipa ai programmi Convenscion su Rai 2 e Super Ciro su Italia 1, dove si esibisce presentando alcuni dei suoi sketch. Nel gennaio 2004, LO SPETTACOLO L’economia??? Stiamo rovinati. Un grande e atteso ritorno all’Arena Virgilio: sabato 13 agosto 2016, alle ore 21, il comico fondamentalista napoletano Simone Schettino presenta “SE PERMETTETE, VORREI ANDARE OLTRE”. Il fatto stesso che esistono dovrebbe far riflettere. Nello spettacolo “Se permettete vorrei andare oltre” il monologhista affronta tutta una serie di realtà quotidiane al limite del paradosso, chiaramente in modo ironico; ma è proprio attraverso questa ironia che si percepisce una vera e propria esortazione ad andare oltre i soliti luoghi comuni, le solite frasi fatte, il riportare le semplici notizie lette o sentite.

Altrimenti il proprio pensiero risulta una sorta di disco già sentito. L’alta finanza??? Non mi interessa. I politici??? Tutti ladri!!! Spesso esprimiamo giudizi così lapidari da liquidare un qualsiasi argomento in pochi attimi… per un breve problema di salute, sospende per due mesi l'attività, lo spettacolo Dov'eravamo rimasti? si riferisce a questa disavventura. Negli anni successivi porta in tournée una serie di altri spettacoli. Nel 2010 è impegnato in Se tocco il fondo sfondo. Ovviamente l’unica imposizione alla quale l’artista si assoggetta volentieri è quella di far divertire il suo pubblico dall’inizio alla fine, con la giusta ironia che lo spettacolo richiede.

In seguito al Naufragio della Costa Concordia, nel 2012 è vittima di insulti per la parziale omonimia col comandante della nave, pur non avendo con lui alcun tipo di legame. Per la televisione ha partecipato ai programmi Convenscion su Rai 2 e SuperCiro su Italia 1, dove si è esibito presentando alcuni dei suoi sketch. Nel gennaio 2004, a causa di un'infezione, ha dovuto sospendere per due mesi la sua attività e lo spettacolo Dov'eravamo rimasti? si riferisce a quella disavventura. Dal 2013 porta in tour Se permettete, vorrei andare oltre. Del resto una delle più frequenti critiche rivolte alla società moderna riguarda infatti la pochezza degli argomenti che interessano al cittadino medio, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

Spettacoli teatrali.

I miei primi quattro anni (2000)
Il Fondamentalista Napoletano (2001)
Processatemi pure, ma con giudizio (2002)
Tutto regolare (2003)
Ma ogne scarpa addeventa scarpone? (speriamo di no..) (2003)
Mamma mia che ipocrisia (2004, poi spostato al 2005)
Dov'eravamo rimasti? (2004)
Puozza campà cient'anne (2005)
Inciuci globalizzati (2006)
Dicette 'o pappece vicino 'a noce, (2006)
Del Belpaese c'è rimasto soltanto il formaggio (2007)
Se tocco il fondo, sfondo (2010)
Se permettete, vorrei andare oltre (2013)

il pubblico a teatro vuole divertirsi, vuole distrarsi, e soprattutto non vuole pensare...”. Ad ogni battuta lo spettatore viene coinvolto sempre di più, in un vortice di svago, lungo una scia di scenette, monologhi e un po’ di satira.

I grandi eventi dell'Arena Virgilio proseguiranno, infatti, il 17 agosto con l'appuntamento clou della rassegna che porterà sul palcoscenico gaetano il grande Massimo Ranieri in "Sogno o son desto in viaggio. Il 18 agosto spazio alle famiglie ed ai bimbi che potranno entusiasmarsi vivendo le avventure di Masha e Orso nel musical originale. Il 19 agosto dagli States Kendall Schmidt con il suo gruppo Heffron Drive nel Summer Tour. Il cabaret invece farà il suo ingresso il 20 agosto con Maurizio Battista in Serata Unica.
Ha recitato cabaret insieme a Biagio Izzo, anche lui da poco debuttante, su una rete locale campana: "Telenapoli 34", dal 1998 al 2001 in una trasmissione chiamata "Pirati Show".

Attualmente è impegnato nello spettacolo «Se tocco il fondo… sfondo!!!», una commedia moderna con Maria Basile, Gennaro Piccirillo, Giuseppe Gavazzi, Ivana Maione e Pino Mosca. non limitandosi semplicemente a liquidare le questioni con risposte stereotipate o polemiche. Un messaggio che ha quindi l’intento di far riflettere con gusto e un sottilissimo filo di sarcasmo. Poiché, come Schettino afferma. Il coraggio di cambiare è stato lo stimolo per sperimentare una nuova dimensione artistica, basata sulla collaborazione, il confronto e l'integrazione con altri artisti. La sua brillante comicità, con riferimenti seri nel sociale e nell’attualità, ha confermato il suo successo.

Simone Schettino è un comico e cabarettista italiano che si auto-definisce ironicamente “fondamentalista napoletano”. Ha frequentato il corso di Giurisprudenza all'Università degli Studi di Napoli Federico II ma non ha conseguito la laurea. Ha recitato in cabaret insieme a Biagio Izzo, su una rete locale campana: "Telenapoli 34", dal 1998 al 2001 in una trasmissione chiamata "Pirati Show". Schettino ha debuttato in teatro al Cilea di Napoli nel 2000. In seguito ha tenuto diversi spettacoli in teatri e piazze ed ha inoltre pubblicato alcuni CD e DVD contenenti le sue esibizioni. 

Ma il vero problema, sostiene l’ artista partenopeo, Sebbene il suo debutto in una trasmissione televisiva nazionale sia stato con il programma Convenscion, molti suoi fan sostengono che abbia dato il meglio della sua bravura da cabarettista durante la permanenza sulla rete televisiva locale. Dopo il grande successo si ITALIA 1 con la trasmissione "Il Figlio di Ciro" con Elisabetta Canalis si e' dedicato al suo vero amore: il tetro.risiede invece nel contenuto di ciò che si dice piuttosto che nell’argomento stesso; non esistono infatti realtà di cui non valga la pena discutere, anche se considerate le più banali.  

Il messaggio è appunto quello di riscoprire il gusto del dialogo e del ragionamento, che risulta tanto più piacevole quando c’è confronto, non limitandosi ad accondiscendere sul pensiero altrui. Questa in sintesi è per l’artista la vera libertà di pensiero, dove il concetto di ” libertà ” viene inteso non solo come libertà di poterlo esprimere, ma anche come licenza di poter sbagliare se si è in buona fede. Al contrario un pensiero unico, dettato più dall’indifferenza riguardo un argomento che da una reale convergenza di idee, per quanto libero, può avere lo stesso effetto negativo di un pensiero imposto, se non addirittura superiore.